Connect with us

INTERVISTA

INTERVISTA | A.D’ALESSANDRO: “Oggi Ritrovo la Stessa Passione di Allora, ma…”

Presidente, Allenatore, Dirigente di Società e di Lega, Arbitro: Una Figura a 360° del Calcio UISP Abruzzese ci regala questa piacevole chiacchierata

Published

on

Condividi il Post

Shares


I NOSTRI PARTNER
BANNER PARMALAT
LUCIANI SILVIO BANNER
BANNER-720-COALPI

TERAMO – E’ uno dei pochi, se non forse l’unico, ad aver vinto il Titolo Provinciale UISP sia a Pescara che a Teramo: Roxy Bar e Solidarietà Aprutina sono i Nomi delle Società Sportive che hanno scandito la vita da Dirigente Sportivo di Arturo D’Alessandro.

Una figura che, forte dell’immensa passione e dedizione verso l’organizzazione e la pratica sportiva, ha ricoperto il ruolo di Dirigente all’interno dei Quadri Provinciali e Regionali del Calcio UISP, nonché l’onore e l’onere di vestire giacchetta nera e fischietto in qualità di Arbitro.

Insomma, un protagonista a tutto tondo del Nostro Calcio che per quasi 30 anni ha solcato i mari del calcio UISP Abruzzese.


L’INTERVISTA

D – Sei stato il Deus ex Machina della Mitica Roxy Bar, quali sono i ricordi di quel periodo e quali le differenze di quel calcio con quello odierno, ammesso che ce ne siano?


► “È troppo facile rispondere che la differenza più grande sta in me: ero giovane ora molto meno – battuta all’esordio per Arturo D’Alessandro – Ma,a parte le questioni personali, in questo periodo particolare, leggendo sul Magazine le dichiarazioni degli atleti e dei dirigenti di oggi, ritrovo la stessa passione che ci motivava allora, anche se l’approccio al gioco è molto diverso. Adesso, finalmente, ci si allena costantemente per prepararsi alla partita, all’epoca ci si vedeva il sabato sera per giocare. Per non parlare della sabbia di Rancitelli o della terra del Cementificio, oggi gli impianti sono molto più dignitosi e più adatti ad una sana attività sportiva”.

D – Sei stato anche Dirigente UISP ed arbitro: quale il bilancio delle due esperienze e quali i “consigli” da regalare ai colleghi dei due ambienti per migliorare oggi e domani?


► “Ricordo con nostalgia quei periodi, soprattutto l’attività di arbitro. Dare consigli a persone come Paolo Vallone e Vincenzo Maselli sarebbe troppo presuntuoso anche per me, sono molto capaci. Invece ho provato a darli ai dirigenti della lega di Teramo, ma è stata una guerra persa”.

D – La favola della Solidarietà Aprutino, culminata col successo del Tirolo Provinciale UISP TE ha scritto una pagina importante ben coniugando sociale e sport agonistico in ambito UISP: ci racconti un aneddoto di quel l’annata irripetibile?


► “Ti ringrazio per il riferimento all’esperienza della Solidarietà Aprutina, sono stati tre anni bellissimi e molto utili per il mio arricchimento personale. Avrei molti aneddoti di vita quotidiana con quelle persone che porto sempre con me, ma voglio raccontarti di quando, l’anno dopo aver terminato quell’esperienza, collaboravo con la soc. Pietro Ferronuovo. Un sabato andiamo a giocare in un paese vicino contro una squadra con la quale l’anno prima, con la Sol.Aprutina, avevo avuto degli scontri molto accesi in campo a causa di atteggiamenti, che ritenevo non rispettosi della dignità dei ragazzi che guidavo. Appena arrivo al campo vedo che tra gli avversari ci sono tre ragazzi africani… al che vado dal loro presidente (la persona che più di ogni altra era stata irrispettosa con noi) e gli dico: comunque vada questa partita, io ho già vinto. Ti ringrazio e auguro a tutti noi di ricominciare al più presto a sentire l’odore del campo”.

Chiusura con un altro aneddoto che rappresentava una felice consuetudine per Arturo, simbolo di come il Nostro Calcio sia aggregazione, divertimento, nonché l’emblema del maggior desiderio di un appassionato di “pallone”: giocare e poi parlare di calcio.

“Dimenticavo, adesso che non arbitro più lo posso dire, quello che mi manca di più è la cena dopo la partita con la Pro Sacco”

Condividi il Post

Shares

Ideatore e Curatore di UISP Magazine dall'ormai lontano 2007. Responsabile Comunicazione del Calcio UISP Abruzzese. "L'importante non è fare le cose, l'importante è farle bene..."

ISCRIVITI UISP MAGAZINE TV



80°minuto

Highlights

Ultime dai Campi

Albo d'Oro

Advertisement

Trending