Connect with us

PRIMO PIANO

Altamedica pubblica il Primo Studio per le Sedi di “NON Contagio”

Claudio Giorlandino (Altamedica): “Non lo sappiamo, non esistono mezzi scientifici per conoscere dove ci si contagia di più, ma possiamo sapere quali siano i luoghi dove ci si contagia meno o affatto: palestre, bar, ristoranti, cinema e teatri”

Published

on



I NOSTRI PARTNER
BANNER PARMALAT
LUCIANI SILVIO BANNER

►ROMA – “Non lo sappiamo, non esistono mezzi scientifici per conoscere dove ci si contagia di più, ma possiamo sapere quali siano i luoghi dove ci si contagia meno o affatto: palestre, bar, ristoranti, cinema e teatri”.

E’ quanto emerge da uno studio del centro Altamedica di Roma, e sottoposto al ‘Journal of Medical Virology’.

“Si tratta – spiega il direttore scientifico di Altamedica, Claudio Giorlandino – del primo studio scientifico di esclusione della sede di contagio”.

Infatti, benché non sia possibile stabilire dove ci si contagi giacché i comportamenti, movimenti e contatti della popolazione siano estremamente vari ed i contagiati possano essere stati infettati in un numero indefinito di luoghi od occasioni anche contingenti od occasionali, è invece estremamente semplice verificare le sedi di frequentazione ed escludere quelle dove la popolazione dei positivi non si sia recata nei 10/15 giorni precedenti il riscontro del virus nel loro tratto respiratorio superiore”.

MEZZI PUBBLICI SI’, SPORT NO

“Dove c’è cattivo odore, c’è il virus”. Claudio Giorlandino, direttore Sanitario Altamedica, in collegamento con Myrta Merlino David Parenzo a L’aria che tira illustra lo studio sui principali luoghi di contagio da Covid. “Il virus persiste negli asintomatici da dieci a quindici giorni – spiega l’esperto -. Ai positivi abbiamo chiesto dove erano stati in questi ultimi quindici giorni. In metropolitana c’era un cattivo odore e dove c’è cattivo odore c’è anche il virus. Sui mezzi pubblici ci vuole una mascherina FFP3”.

Conclusione: “I positivi non si sono contagiati al ristorante, al cinema, al teatro, mentre non si può escludere che si siano infettati sui mezzi pubblici”.

[FONTE:TGCOM24.IT – LIBERO.IT]

Ideatore e Curatore di UISP Magazine dall'ormai lontano 2007. Responsabile Comunicazione del Calcio UISP Abruzzese. "L'importante non è fare le cose, l'importante è farle bene..."

ISCRIVITI UISP MAGAZINE TV



80°minuto

Highlights

Ultime dai Campi

Albo d'Oro

Advertisement

Trending