Connect with us

INTERVISTA

ALESSANDRO BALDACCI: “Sicuramente ne usciremo più forti e con maggior consapevolezza”

Il Portiere dell’Utopia Pub si racconta nella chiacchierata con la Nostra Redazione: dal rapporto con l’attuale sodalizio, all’esperienza “meno fortunata”, passando per l’avversario più temibile ed il Compagno più forte

Published

on

Condividi il Post

Shares


I NOSTRI PARTNER
BANNER PARMALAT
LUCIANI SILVIO BANNER
BANNER-720-COALPI

►PESCARA – Alessandro Baldacci è una sorta di “Giramondo tra i pali”: tante le maglie vestita nella sua pluriennale esperienza UISP. 

Una storia che ha visto il punto più alto nella stagione 2013-2014, quando fu consacrato “Miglior Portiere della Serie B” grazie alla difesa meno perforata della cadetteria. Un alloro che risplende in una bacheca personale condita anche da numerose promozioni ed altrettante salvezze nella massima serie.

Questo il “Botta e Risposta” con l’attuale ultimo baluardo dell’Utopia Pub:


L’INTERVISTA

D – Pretaro, Red Devils, Sisti Auto, Edo&Bubù, Dolphins, Utopia Pub: qual è la “Porta più Pesante” e quale il ricordo più bello che conservi gelosamente nel cassetto?

►”La porta più pesante è stata sicuramente quella dei Red Devils, dove non mi sono riuscito ad integrare bene in un gruppo fatto da amici che si conoscevano da tempo. Di ricordi belli ne ho diversi se penso alle promozioni con il Pretaro e i Dolphins dove ho anche conquistato il premio come miglior portiere,ma il più bello che custodisco è la promozione con l’Utopia pub,una promozione emozionante che non dimenticherò mai”.

D – Da diverse stagioni sei l’ultimo baluardo dell’Utopia Pub: come si spiega l’alchimia generata dal Patron Marsella e dall’ambizioso Mister Innamorati?

“L’alchimia si spiega perché sia il presidente Marsella e sia Mister Innamorati sono riusciti a creare un gruppo fantastico dove ognuno di noi giocatori era considerato un tassello importante. La schiettezza e là sincerità di Mister Innamorati mi hanno conquistato subito. Inoltre tra le tante società in cui ho militato nei miei 17 anni di Uisp qui all’Utopia Pub mi sono sentito subito a casa e questo non mi era mai capitato”

D – L’Avversario più temuto ed il compagno che ti garantiva di stare maggiormente tranquillo nella gestione di una partita perché tanto c’era lui che poteva risolverla in qualunque momento?

“Di avversari da temere nel mondo Uisp ce n’è sono tanti… Un nome? Roberto Contini, le sue punizioni sono come calci di rigore. Mentre di compagni che potevano risolvere una partita in qualunque momento ne ho avuti diversi, ma se devo fare un nome dico Francesco Lupano (suo compagno di squadra nei Dolphins, ndr)”

D – Domanda di Rito: come usciremo da questa storia epocale?

“Da questa storia epocale spero che ne usciremo al più presto, la voglia di tornare alla normalità è tanta,così come quella di giocare. Sicuramente ne usciremo più forti e con maggior consapevolezza”.

Condividi il Post

Shares

Ideatore e Curatore di UISP Magazine dall'ormai lontano 2007. Responsabile Comunicazione del Calcio UISP Abruzzese. "L'importante non è fare le cose, l'importante è farle bene..."

ISCRIVITI UISP MAGAZINE TV



80°minuto

Highlights

Ultime dai Campi

Albo d'Oro

Advertisement

Trending