Connect with us

CALCIOMERCATO

CALCIOMERCATO UISP 2021 | A.MASELLI: «Fieri del Nostro Percorso, ma siamo all’anno Zero…»

«Il Nostro Mondo è costretto a mettersi in discussione ogni anno, facendo i conti ciclicamente con coloro che sposeranno la causa FIGC perché “Vogliamo fare le cose serie” o perché “Putem fa la UISP?”. So bene che le cose cambieranno in peggio, mi piacerebbe però avere senso di appartenenza almeno da coloro che hanno visto e giocato nel Nostro Mondo UISP»

Published

on

Condividi il Post

Shares


I NOSTRI PARTNER
BANNER PARMALAT
LUCIANI SILVIO BANNER
BANNER-720-COALPI


►PESCARA – Due Stop forzati e due ripartenze fortemente volute.

I Professionisti sono ripartiti, gli altri hanno dovuto lottare e, in molti casi, sono purtroppo rimasti a guardare.

Il Mondo Calcistico UISP Pescarese è invece riuscito ad alzare la testa e a gonfiare il petto per esser uscito vittorioso da un lotta che molti hanno estraniato.


«Siamo fieri del Nostro Percorso, ma siamo all’anno zero – commenta laconico Alessandro Maselli, Resp.Comunicazione del Calcio UISP Pescara/Abruzzo – Noi dobbiamo lottare con molti mulini a vento e con tantissimi burocrati, anche all’interno della nostra organizzazione, per vedere vivo e vegeto un giocattolo faticosamente costruito e gelosamente difeso da molti attacchi. Noi non abbiamo le risorse economiche di realtà limitrofe, ma col tempo e col lavoro abbiamo edificato una reputazione ed un nome che ci consentono di riscuotere consensi su più fronti. Resta però la zavorra culturale – sportiva della Nostra terra: abbiamo fatto passi da gigante, ma l’Identità UISP è una Visione ancora troppo futurista per poterla toccare con mano. Esiste inoltre un Momento Storico incapace di regalare certezze… e molti stanno ancora aspettando la fine del mese di Agosto per avere risposte dall’evoluzione del Covid».

Un pensiero duro, forse cinico, ma inevitabile in un momento storicamente intriso di problematiche sportive e sociali che lasciano maggior spazio alla mestizia, rispetto alla fiducia ed alla speranza.


«18 squadre in tempo di Covid non è cosa per tutti – prosegue A.Maselli – Basti pensare alle 7 squadre dell’Eccellenza edizione 2021. Tuttavia il Nostro Mondo è costretto a mettersi in discussione ogni anno, facendo i conti ciclicamente con coloro che sposeranno la causa FIGC perché “Vogliamo fare le cose serie” o perché “Putem fa la UISP?”. So bene che le cose cambieranno in peggio, mi piacerebbe però avere senso di appartenenza almeno da coloro che hanno visto e giocato nel Nostro Mondo UISP».

Condividi il Post

Shares

Ideatore e Curatore di UISP Magazine dall'ormai lontano 2007. Responsabile Comunicazione del Calcio UISP Abruzzese. "L'importante non è fare le cose, l'importante è farle bene..."

ISCRIVITI UISP MAGAZINE TV



80°minuto

Highlights

Ultime dai Campi

Albo d'Oro

Advertisement

Trending